Analisi dell’accessibilità dei terminali Video Lottery: il caso di Montréal

Autori

  1. Éric Robitaille
  2. Patrick Herjean

Éric Robitaille e Patrick Herjean contribuito in maniera uguale a questo lavoro.

Pubblicazione

International Journal of Health Geographics, 18 Gennaio 2008
https://doi.org/10.1186/1476-072X-7-2
© Robitaille and Herjean; licensee BioMed Central Ltd. 2008

Sintesi

Background

I ricercatori e funzionari della sanità pubblica in Canada, negli Stati Uniti e in Australia hanno da tempo notato un’accessibilità geografica più ampia agli stabilimenti di gioco, soprattutto in comunità socioeconomiche. Questo aumento della disponibilità potrebbe portare a sempre più problemi di gioco. Questo articolo si concentra, in una prospettiva ecologica, in particolare su un’analisi spaziale dell’accessibilità geografica dei siti che dispongono di un permesso VLT nella zona di Montréal, cioè l’isola di Montréal, la riva sud e Laval, dal punto di vista dello sviluppo di un indicatore di la vulnerabilità (componenti socioeconomici e componenti demografici) al gioco d’azzardo delle popolazioni a livello di determinate unità di vicinato (aree di diffusione). Con il recente sviluppo di sistemi di informazioni geografiche (GIS), ora è possibile accertare l’accessibilità ai servizi in modo molto più preciso, ad esempio prendendo in considerazione la configurazione della rete stradale.

Risultati dello studio

I risultati della nostra analisi mostrano una diffusa accessibilità geografica ai siti che possiedono un permesso VLT nella zona del centro e nei distretti pericentrali. In alcune unità di vicinato, un sito che possiede un permesso VLT può essere raggiungibile in tre minuti. Nella regione studiata in generale, il tempo di percorrenza medio per un sito VLT è di nove minuti. L’accesso a questo tipo di servizio a piedi è generalmente limitato in periferia. Tuttavia, lungo determinate autostrade assiali si trovano diversi gruppi di siti che possiedono permessi VLT. Secondo le analisi locali di auto-correlazione spaziale, i risultati suggeriscono un nesso significativo tra accessibilità a piedi a siti che possiedono i permessi VLT e la vulnerabilità delle comunità. In alcune unità di vicinato con accesso pronto al VLT le popolazioni presentano un’elevata vulnerabilità.

Conclusione

Questi risultati rivelano che l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT è spesso legata alla vulnerabilità (socioeconomica e demografica) delle comunità. L’affidamento alle nostre analisi sulle unità di vicinato con aree relativamente piccole ci ha permesso di sottolineare la dimensione rettilinea della distribuzione spaziale dei siti che possiedono i permessi VLT. Questo è un collegamento significativo che i funzionari della sanità pubblica devono considerare quando elaborano programmi per combattere il gioco patologico.

Analisi dell’accessibilità dei terminali VLT (Video Lottery): il caso di Montréal

Background

Il gioco d’azzardo e il reddito che ne derivano sono aumentati notevolmente negli ultimi anni nella maggior parte delle nazioni industrializzate, come gli Stati Uniti, l’Australia e il Canada. Nel corso degli anni, l’industria del gioco d’azzardo è diventata una forma sempre più accettata di intrattenimento sociale. Inoltre, può generare per i suoi proprietari, di solito autorità pubbliche, ricavi sostanziali e numerosi posti di lavoro 1)Wheeler BW, Rigby JE, Huriwai T: Pokies and poverty: problem gambling risk factor geography in New Zealand. Health & Place. 2006, 12: 86-96. 10.1016/j.healthplace.2004.10.011. 2)Reith G: The age of chance : gambling in western culture. 1999, London , Routledge, 207- 3)Doughney J: The Poker-machine State in Australia: A Consideration of Ethical and Policy Issues. International Journal of Mental Health and Addiction. 2006, 4 (4): 351-368. 10.1007/s11469-006-9031-y.. Tuttavia, la disponibilità più diffusa aumenta considerevolmente l’accesso al gioco d’azzardo. Alcune agenzie pubbliche, pubbliche e private hanno cominciato a criticare questa situazione, in quanto la disponibilità più ampia del gioco d’azzardo lo ha reso sempre più accessibile alle popolazioni vulnerabili. Nell’aprile 2006 il Senato canadese ha proposto modifiche al Codice Penale attraverso l’adozione di una nuova normativa che limita l’installazione di terminali di lotteria video all’interno di stabilimenti quali casinò, sale da gioco e piste. L’argomento fondamentale di questa proposta sembra che, poiché i VLT sono ora situati in un maggior numero di stabilimenti come bar e pub, sembrano essere troppo accessibili alle popolazioni socialmente ed economicamente svantaggiate. La proposta del Senato è in fase di studio e il governo lo interverrà brevemente.

Loto-Québec, società governativa, è stata fondata nel 1969 per regolare e organizzare il gioco d’azzardo (Adoption of the Lotteries and Races Act, che ha istituito Loto-Québec). Il suo mandato è stato allargato all’inizio degli anni ’90 per includere la gestione dei VLT in Québec (istituzione della Società di lotteria del Québec, società controllata da Loto-Québec. VLTs sono stati introdotti nel giugno 1994). Da allora, la rete di stabilimenti che possiedono un permesso VLT è notevolmente ampliata. Nel 2006 ha generato ricavi da 1,3 miliardi di dollari per la società governativa (Société des loteries vidéo du Québec, 2007). Questa cifra rappresenta il 30% dei ricavi di Loto-Québec e il 50% dei suoi profitti. I dati più recenti in un bollettino sanitario pubblicato nel 2007 indicano che in Quebec, in 3122 siti, sono 13 516 VLT, equivalenti a 1,9 terminali per 1000 abitanti. L’Isola di Montréal ha i più siti e, di conseguenza, i più VLT, cioè 886 siti e 4115 VLT, equivalenti a 2,2 terminali per 1000 abitanti 4)Houle V, Paradis I: Avis de santé publique sur l’implantation des salons de jeux au Québec. 2007, Les Directeurs régionaux de santé publique, 24., che sottolinea l’importanza del problema dell’accessibilità dei VLT a Montréal. Questi rapporti sono basati sulla popolazione totale. Da un punto di vista della sanità pubblica, diversi studi hanno rivelato che i VLTs possono portare allo sviluppo di alcuni segmenti della popolazione di problemi di gioco. Nel 1997, il gioco patologico è stato incluso nella classificazione internazionale delle malattie. Infatti, secondo Chevalier et al. 5)Chevalier S, Lessard R, Lamy F, Moisan JL, Montpetit C, Biron JF, Dupont MA, Caux C: Avis sur la modification de l’offre de jeu à Montréal : la construction d’un casino au bassin Peel. 2006, Montréal : Agence de la santé et des services sociaux de Montréal, Direction de santé publique, , 58., i VLT sono al primo posto rispetto alla percentuale di giocatori che sviluppano problemi di gioco. Le statistiche più recenti sul gioco d’azzardo in generale mostrano che il tasso di prevalenza per i giocatori di problemi è del 2,7% a Montréal 6)Fournier L, Lavoie S, Lemoine O, Poulin C, Poirier LR, Chevalier S, Lavoie JP: Enquête sur la santé mentale des Montréalais . 2002, Montréal : Régie régionale de la santé et des services sociaux de Montréal-Centre, Direction de la santé publique,.

La letteratura indica che il gioco d’azzardo può portare a molti problemi, ma anche, in alcuni casi, a patologie più gravi come stress, problemi di sonno, problemi che vanno da “malessere transitorio a problemi comportamentali molto più gravi (compresa la criminalità), negligenza delle relazioni sociali, i ruoli del genitore, la perdita di occupazione, la depressione, l’ansia sistemica, l’ideazione suicida e, in casi estremi, il gioco d’azzardo patologico e talvolta anche la fine del suicidio “. [TRADUZIONE] 7)Chevalier S, Lessard R, Lamy F, Moisan JL, Montpetit C, Biron JF, Dupont MA, Caux C: Avis sur la modification de l’offre de jeu à Montréal : la construction d’un casino au bassin Peel. 2006, Montréal : Agence de la santé et des services sociaux de Montréal, Direction de santé publique, , 58. 8)Wheeler BW, Rigby JE, Huriwai T: Pokies and poverty: problem gambling risk factor geography in New Zealand. Health & Place. 2006, 12: 86-96. 10.1016/j.healthplace.2004.10.011.. Alla luce di questi problemi, diversi osservatori hanno cercato di individuare i fattori che spingono ad un individuo a sviluppare un problema di gioco o semplicemente per giocare. Alcuni autori sostengono che nessuna motivazione specifica conduce gli individui a giocare e anche diventare giocatori patologici 9)Raylu N, Oei TP: Pathological gambling. A comprehensive review. Clinical psychology review. 2002, 22 (7): 1009-1061. 10.1016/S0272-7358(02)00101-0.. Infatti, ci possono essere numerosi fattori di rischio esplicativi.

I fattori di rischio potenziali relativi ai problemi legati al gioco possono essere individuali, sociali o ecologici 10)Welte JW, Wieczorek WF, Barnes GM, Tidwell MC, Hoffman JH: The relationship of ecological and geographic factors to gambling behavior and pathology. Journal of gambling studies / co-sponsored by the National Council on Problem Gambling and Institute for the Study of Gambling and Commercial Gaming. 2004, 20 (4): 405-423.. La ricerca corrente sui problemi legati al gioco d’azzardo sta concentrando, in linea di massima, sui singoli fattori. I fattori di rischio individuali possono includere comportamenti individuali in relazione al gioco d’azzardo, al consumo di droga e ad altri problemi comportamentali individuali e allo stato socioeconomico (SES). Alcuni autori sostengono che questi fattori possono aumentare la probabilità di sviluppare problemi di gioco 11)Guelfi JD, American Psychiatric Association: DSM-IV : manuel diagnostique et statistique des troubles mentaux. 1996, Paris , Masson, xxxii, 1008 p.-4e éd. /. Alcune ricerche hanno cercato di determinare le caratteristiche sociodemografiche di un giocatore tipico. Chevalier e Allard 12)Chevalier S, Allard D: Jeu pathologique et joueurs problématiques : le jeu à Montréal. 2001, 124-Montréal : Régie régionale de la santé et des services sociaux de Montréal-Centre, Direction de la santé publique, descrivono come segue un giocatore che vive a Montréal che potrebbe sviluppare un problema di gioco: “Il giocatore ha un’educazione limitata ma un reddito superiore alle famiglie e di solito è maschio. è più probabile che sia stato un giocatore d’azzardo “. [TRADUZIONE] Possiamo anche aggiungere che i giocatori d’azzardo hanno maggiori probabilità di essere singoli 13)Chevalier S, Hamel D, Ladouceur R, Jacques C, Allard D, Sévigny S: Comportements de jeu et jeu pathologique selon le type de jeu au Québec en 2002. 2004, Québec , Institut national de santé publique du Québec. Un giocatore che potrebbe sviluppare un problema di gioco è qualcuno che ha giocato le lotterie o le slot machine più di cinque volte durante l’anno (Chevalier et al. 14)Chevalier S, Allard D: Jeu pathologique et joueurs problématiques : le jeu à Montréal. 2001, 124-Montréal : Régie régionale de la santé et des services sociaux de Montréal-Centre, Direction de la santé publique,)

La ricerca sull’influenza che un quartiere esercita sullo sviluppo da parte degli individui di problemi di gioco è molto meno ampia 15)Welte JW, Wieczorek WF, Barnes GM, Tidwell MC, Hoffman JH: The relationship of ecological and geographic factors to gambling behavior and pathology. Journal of gambling studies / co-sponsored by the National Council on Problem Gambling and Institute for the Study of Gambling and Commercial Gaming. 2004, 20 (4): 405-423.. Alcuni studi hanno già tentato di collegare le caratteristiche dei quartieri e del comportamento individuale. Nel tempo, la ricerca si è concentrata su diversi temi. Ha cercato di dimostrare se il quartiere ha un impatto sul comportamento (delinquente, aggressivo, violento o depressivo), salute mentale e fisica, traiettorie di occupazione e successo individuale scolastico 16)Brooks-Gunn J, Duncan GJ, Aber JL: Neighborhood poverty : context and consequences for children. 1997, New York , Russell Sage Foundation, 2 v.- 17)Dietz RD: The estimation of neighborhood effects in the social sciences: An interdisciplinary approach. Soc Sci Res. 2002, 31 (4): 539-575. 10.1016/S0049-089X(02)00005-4. 18)Ellen IG, Turner MA: Does neighborhood matter? Assessing recent evidence. Housing Policy Debate. 1997, 8 (4): 833-866. 19)Leventhal T, Brooks-Gunn J: The Neighborhoods They Live in: The Effects of Neighborhood Residence on Child and Adolescent Outcomes. Psychological Bulletin. 2000, 126 (2): 309-337. 10.1037/0033-2909.126.2.309. 20)Pickett KE, Pearl M: Multilevel analyses of neighbourhood socioeconomic context and health outcomes: a critical review. Epidemiol Community Health. 2001, 55: 111-122. 10.1136/jech.55.2.111. 21)Sampson RJ, Morenoff JD, Gannon-Rowley T: Assessing “neighborhood effects”: Social processes and new directions in research. Annual Review of Sociology. 2002, 28: 443-478. 10.1146/annurev.soc.28.110601.141114.. Esempi sono abbondanti rispetto al consumo di alcol e droga. Diversi studi hanno quindi trovato collegamenti tra gli ambienti socio-economici e fisici di un quartiere e il consumo individuale di droghe e di alcol 22)Hill TD, Angel RJ: Neighborhood disorder, psychological distress, and heavy drinking. Social Science & Medicine. 2005, 61 (5): 965-975. 10.1016/j.socscimed.2004.12.027. 23)Pollack CE, Cubbin C, Ahn D, Winkleby M: Neighbourhood deprivation and alcohol consumption: does the availability of alcohol play a role?. International journal of epidemiology. 2005, 34 (4): 772-780. 10.1093/ije/dyi026. 24)Fuller CM, Borrell LN, Latkin CA, Galea S, Ompad DC, Strathdee SA, Vlahov D: Effects of race, neighborhood, and social network on age at initiation of injection drug use. American journal of public health. 2005, 95 (4): 689-695. 10.2105/AJPH.2003.02178. 25)Galea S, Rudenstine S, Vlahov D: Drug use, misuse, and the urban environment. Drug and alcohol review. 2005, 24 (2): 127-136. 10.1080/09595230500102509.. Alcune ricerche hanno persino cercato di stabilire un legame tra l’ubicazione delle sedi di distribuzione dell’alcool e delle droghe, ad esempio i bar e le aree dove vengono venduti farmaci e problemi individuali come il maltrattamento e l’abbandono dei bambini 26)Freisthler B: A spatial analysis of social disorganization, alcohol access, and rates of child maltreatment in neighborhoods. Children and Youth Services Review. 2004, 26 (9): 803-819. 10.1016/j.childyouth.2004.02.022.. Per quanto riguarda il gioco d’azzardo, ci sono pochi esempi di ricerca che adotta una prospettiva ecologica. Attraverso una prospettiva analitica ecologica, Kairouz et al. 27)Kairouz S, Nadeau L, Siou GL: Area variations in the prevalence of substance use and gambling behaviours and problems in Quebec: a multilevel analysis. Canadian journal of psychiatry. 2005, 50 (10): 591-598. tenta di spiegare la variabilità interregionale dei problemi comportamentali legati al gioco. Gli autori concludono che non esiste una significativa differenza interregionale nella probabilità di dichiarare problemi di gioco. Tuttavia, sembra esserci una differenza significativa tra le regioni studiate per quanto riguarda il numero medio di attività dichiarate e la prevalenza del gioco d’azzardo, anche se gli autori non hanno cercato di spiegare questa differenza per mezzo di variabili contestuali. Per quanto riguarda le misure di accessibilità, ancora una volta, la ricerca non è molto vasta. Infatti, l’accessibilità del gioco d’azzardo può avere diversi aspetti. Chevalier et al. 28)Chevalier S, Lessard R, Lamy F, Moisan JL, Montpetit C, Biron JF, Dupont MA, Caux C: Avis sur la modification de l’offre de jeu à Montréal : la construction d’un casino au bassin Peel. 2006, Montréal : Agence de la santé et des services sociaux de Montréal, Direction de santé publique, , 58. ricorda che l’accessibilità al gioco d’azzardo può essere esaminata da prospettive temporali, economiche, simboliche e geografiche. L’accessibilità temporale sembra essere legata, da un lato, al tempo necessario per partecipare ad un’attività legata al gioco d’azzardo e, dall’altro, alle bande orarie assegnate alle attività. L’accessibilità economica sembra essere legata ai costi derivanti dalla partecipazione al gioco d’azzardo. L’accessibilità simbolica sembra incentrarsi sull’accettabilità sociale della partecipazione a questo tipo di attività. L’accessibilità geografica sembra riferirsi alla distanza o alla distanza / tempo coperta da un individuo o da una popolazione per accedere agli stabilimenti di gioco. La maggior parte delle ricerche mirate all’accessibilità spaziale delle opportunità di gioco è stata condotta a livello regionale e raramente a livello locale 29)Marshall D: The Gambling Environment and Gambler Behaviour: Evidence from Richmond-Tweed Australia. International Gambling Studies. 2005, 5 (1): 63-83. 10.1080/14459790500099471..

Accessibilità geografica e gioco d’azzardo

La letteratura dedicata all’accessibilità del gioco d’azzardo cade in due categorie. Alcune ricerche riguardano principalmente fattori di rischio che possono portare al gioco d’azzardo. A volte include come fattore di rischio l’accessibilità spaziale al gioco 30)Gilliland JA, Ross NA: Opportunities for Video Lottery Terminal Gambling in Montréal. Canadian Journal of Public Health. 2005, 96 (1): 55-59. 31)Wilson DH, J. G, N.A. R, J. D, V. GR: Video lottery terminal access and gambling among high school students in Montréal. Canadian Journal of Public Health. 2006, 97 (3): 202-206. 32)McMillen J, Doran B: Problem Gambling and Gaming Machine Density: Socio-spatial Analysis of Three Victorian Localities. International Gambling Studies. 2006, 6 (1): 5-29. 10.1080/14459790600644093.. Tuttavia, le misure di accessibilità in tale ricerca sono limitate alla presenza o all’assenza di gioco all’interno di un certo raggio attorno alle case degli intervistati. Inoltre, alcune ricerche hanno cercato di elaborare misurazioni accessorie più complesse che si basano sul GIS come strumento analitico. Ad esempio, due studi condotti a Montréal sono degni di nota. In una prospettiva ecologica, Gilliland e Ross 33)Gilliland JA, Ross NA: Opportunities for Video Lottery Terminal Gambling in Montréal. Canadian Journal of Public Health. 2005, 96 (1): 55-59. hanno dimostrato un forte legame tra l’accessibilità spaziale degli stabilimenti che possiedono un permesso VLT e la vulnerabilità dei borghi. La misura di accessibilità spaziale che i ricercatori hanno utilizzato hanno centrato un rapporto di servizio per 10000 abitanti ed è stato aggregato al livello del borgo. Combinando dati individuali e dati di vicinato, Wilson et al. 34)Wilson DH, J. G, N.A. R, J. D, V. GR: Video lottery terminal access and gambling among high school students in Montréal. Canadian Journal of Public Health. 2006, 97 (3): 202-206. ha concluso che le opportunità di gioco attraverso VLTs sono più ampie presso le scuole situate in comunità socioeconomicamente svantaggiate. L’accessibilità viene calcolata in questo caso contando il numero di stabilimenti che possiedono un permesso VLT entro un raggio di 500 metri di scuole medie di Montréal. I giovani individuali sono a rischio di gioco d’azzardo VLT se sono ragazzi, i loro coetanei giocano VLT, mostrano altri comportamenti a rischio come il consumo di droga, il fumo e il consumo di alcol, e fattori legati alle abitudini dei giovani fuori dalla scuola. Tuttavia, l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT non aumenta la probabilità tra i giovani di gioco tramite i VLT.

Altre ricerche si concentrano sull’accessibilità spaziale del gioco d’azzardo. McMillen e Doran 35)McMillen J, Doran B: Problem Gambling and Gaming Machine Density: Socio-spatial Analysis of Three Victorian Localities. International Gambling Studies. 2006, 6 (1): 5-29. 10.1080/14459790600644093. hanno utilizzato una funzione di densità di probabilità del kernel per valutare il cambiamento temporale nella ripartizione spaziale della spesa su VLTs. Misurano la densità della spesa in tre comunità australiane. Gli autori hanno poi cercato di stabilire legami tra i tratti socioeconomici delle aree studiate e i dati sulla densità della spesa sui VLT. Hanno osservato che non esiste un rapporto costante e significativo tra i tratti socioeconomici e la densità di spesa per i VLT nelle tre comunità studiate. In un altro studio condotto in Australia, Marshall 36)Marshall D: The Gambling Environment and Gambler Behaviour: Evidence from Richmond-Tweed Australia. International Gambling Studies. 2005, 5 (1): 63-83. 10.1080/14459790500099471. conclude che sembra esserci una differenza significativa tra le regioni nella misura in cui le persone scommettono. Questa differenza apparentemente deriva, in parte, dall’accessibilità spaziale al gioco d’azzardo tramite i VLT. In altre parole, quando aumenta la disponibilità del gioco d’azzardo in una regione, un maggior numero di individui tendono a giocare. L’accessibilità spaziale in questo studio è calcolata in base al numero di VLTs pro capite. Un’altra conclusione importante nella ricerca di Marshall 37)Marshall D: The Gambling Environment and Gambler Behaviour: Evidence from Richmond-Tweed Australia. International Gambling Studies. 2005, 5 (1): 63-83. 10.1080/14459790500099471. sembra essere il coinvolgimento del fattore di geografia in tempo. Doughney 38)Doughney J: The Poker-machine State in Australia: A Consideration of Ethical and Policy Issues. International Journal of Mental Health and Addiction. 2006, 4 (4): 351-368. 10.1007/s11469-006-9031-y. ha utilizzato la densità di VLT per 1000 abitanti a livello delle amministrazioni locali come proxy per l’accessibilità spaziale dei terminali. Successivamente ha collegato questa distribuzione spaziale alla distribuzione dello status socioeconomico delle unità spaziali. Questi risultati notano una forte relazione tra lo stato socioeconomico e la densità VLT. Per l’opportunità di influenzare il gioco d’azzardo, ad esempio una struttura che possiede un permesso VLT, tale opportunità deve trovarsi entro un raggio limitato del potenziale consumatore. In altre parole, per un individuo a giocare ogni giorno, l’opportunità di farlo deve essere accessibile quotidianamente 39)Marshall D: The Gambling Environment and Gambler Behaviour: Evidence from Richmond-Tweed Australia. International Gambling Studies. 2005, 5 (1): 63-83. 10.1080/14459790500099471.. In questa prospettiva, KPMG 40)KPMG: Report of the 1999 Longitudinal Community Impact Study: Main Report. 2000, Victorian Casino and Gaming Authority, 184. menziona che i giocatori d’azzardo viaggiano, in media, a 2,5 km per giocare VLTs. I giocatori d’azzardo tendono a giocare in pub e bar locali piuttosto che nei casinò o nelle case da gioco. In un altro studio incentrato sull’accessibilità ai VLT relativi allo stato socioeconomico delle comunità, Doughney e Kelleher 41)Doughney J, Kelleher T: The Impact of Poker Machine Gambling on Low Income Municipalities. A Critical Survey of Key Issues. 1999, Victoria University of Technology notano che “le spese di Pokie [elettronica di gioco elettroniche] sono individualmente e socio-geograficamente regressive: reddito delle famiglie e perdono pesantemente le aree a basso reddito “.

Tre osservazioni possono essere tratte da questa letteratura. La prima osservazione deriva dalle diverse misure di accessibilità. La maggior parte degli autori in questione utilizza una singola misura di accessibilità, vale a dire la densità delle opportunità di gioco. In secondo luogo, i ricercatori non hanno sempre trovato un nesso significativo tra la povertà comunitaria e l’accessibilità ai VLT. Potremmo raggiungere delle conclusioni diverse utilizzando altre misure di accessibilità? La maggior parte degli studi non misura direttamente l’accessibilità spaziale dei VLT utilizzando misure di distanza. Invece, si basano sulla densità dei terminali o sul numero di siti per capita. In questo articolo, si propone di utilizzare il metodo centrato sulla distanza con il servizio di assistenza più vicino con, come una misura della distanza, la distanza di rete, cioè la distanza che tiene conto della configurazione della rete stradale. Questo articolo si concentra, in particolare, su un’analisi spaziale dell’accessibilità geografica dei siti che possiedono un permesso VLT nell’area di Montréal (Isola di Montréal, South Shore e Laval) legati allo sviluppo di un indicatore della vulnerabilità al gioco d’azzardo delle popolazioni in alcune unità di vicinato (aree di diffusione) (Figura 1 ). Sviluppiamo un indice di vulnerabilità per cercare di creare il collegamento tra l’accessibilità spaziale dei siti VLT e la popolazione che può sviluppare un problema di gioco o semplicemente per giocare con il VLT. Seguiamo qui l’Unità di Politica e Rigenerazione di Londra Borough of Brent sull’impianto di un casinò regionale a Wembley. In questa ricerca, l’organismo sviluppa un indice di vulnerabilità “Gambling” per misurare gli impatti sociali di un impianto di un gioco d’azzardo (casino) e di caratterizzare l’ambiente del borgo di Brent. Questa popolazione “Indice di vulnerabilità” del gioco d’azzardo era composto da 10 variabili attorno a due componenti: demografica ed economica (tabella 1 ) 42)Regeneration Policy and Regeneration Unit London Borough of Brent: Destination Wembley the case for a regional casino. London Borough of Brent to the independent casino advisor panel. 2006, Brent. Abbiamo anche elaborato un modello di gravità che utilizza come parametro i risultati della nostra analisi spaziale di accessibilità 43)Cromley EK, McLafferty S: GIS and public health. 2002, New York , Guilford Press, xx, 340 p.-. Il modello di gravità ci permette di contemporaneamente tenere conto della dimensione della popolazione e delle misure di accessibilità. Inoltre, secondo Guagliardo 44)Guagliardo MF: Spatial accessibility of primary care: concepts, methods and challenges. Int J Health Geogr. 2004, 3 (1): 3-10.1186/1476-072X-3-3., il modello di gravità sembra essere più adatto alla misura dell’accessibilità ai servizi nelle aree urbane in quanto stabilisce l’interazione tra la popolazione e tutti i punti di servizio studiati tenendo presente la distanza tra tali punti vendita. Le nostre domande di ricerca sono pertanto le seguenti: In che modo l’accessibilità spaziale espressa di stabilimenti possiede un permesso VLT a Montréal? C’è un collegamento significativo tra tale accessibilità e la vulnerabilità delle popolazioni per sviluppare un problema di gioco?

Figura 1
Area di studio . Divisioni amministrative della zona in esame. L’area di studio comprende Isola di Montréal, South Shore e Laval.

Tabella 1
Indice di vulnerabilità dell’aggregazione di popolazione dal rapporto Brent

variabiliMotivi
GenereI maschi sono più inclini, ma le percentuali delle femmine sono in calo - le donne hanno maggiori probabilità di avere carriere di gioco più corte ma sviluppano problemi ad un tasso più rapido
EtàI genitori di 18-35 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare problemi con l'accento sugli adolescenti
educazioneLa maggior parte degli studi indica una lieve relazione tra il livello di istruzione inferiore e il gioco d'azzardo
Stato civileSingole persone, in particolare individui divorziati o separati, sono considerati più vulnerabili
DomesticoFamiglie singole
RedditoI redditi più bassi sono più vulnerabili a causa della percentuale di reddito speso per il gioco d'azzardo
GeografiaProssimità al Casinò importante e ai quartieri privati
RazzaMaggiore vulnerabilità per le popolazioni immigrate e minoritarie - con un inclinazione verso le comunità cinesi
stato di impiegoGruppi occupazionali disoccupati e manuali / inferiori più vulnerabili

Misure di accessibilità

Recentemente è stata condotta una ricerca sempre più vasta sull’applicazione delle misure di accessibilità geografiche a determinati tipi di servizi attraverso lo sviluppo e la democratizzazione di GIS. Nei regni della sanità pubblica e dell’epidemiologia, alcune ricerche si concentrano sullo sviluppo e l’uso delle misure di accesso ai servizi sanitari, ad esempio. Questa ricerca stabilisce solitamente collegamenti tra la salute degli individui o dei quartieri e l’accessibilità a determinati servizi 45)Jones AP, Bentham G: Health service accessibility and deaths from asthma in 401 local authority districts in England and Wales, 1988-92. Thorax. 1997, 52 (3): 218-222. 46)Giles-Corti B, Donovan RJ: Socioeconomic status differences in recreational physical activity levels and real and perceived access to a supportive physical environment. Preventive medicine. 2002, 35 (6): 601-611. . Durante il tempo sono state sviluppate numerose misure di accessibilità spaziale, i rapporti più conosciuti, ad esempio il numero di servizi e la popolazione di una determinata area o il numero di servizi entro un raggio di metri n ; la distanza dal servizio più vicino; la distanza media dei servizi in generale; e il modello di gravità 47)Apparicio P, Cloutier MS, Shearmur R: The case of Montreal’s missing food deserts: evaluation of accessibility to food supermarkets. International journal of health geographics. 2007, 6: 4-10.1186/1476-072X-6-4. 48)Guagliardo MF: Spatial accessibility of primary care: concepts, methods and challenges. Int J Health Geogr. 2004, 3 (1): 3-10.1186/1476-072X-3-3.. Queste misure di accessibilità possono essere calcolate in base a tre tipi di distanza: la distanza Euclidiana, la metrica di Manhattan e la distanza di rete 49)Apparicio P, Cloutier MS, Shearmur R: The case of Montreal’s missing food deserts: evaluation of accessibility to food supermarkets. International journal of health geographics. 2007, 6: 4-10.1186/1476-072X-6-4. 50)Cromley EK, McLafferty S: GIS and public health. 2002, New York , Guilford Press, xx, 340 p.-. La distanza di rete è la più precisa dei tre e lo abbiamo scelto in combinazione con questo studio poiché ci permette di modellare il viaggio come se fosse coperto a piedi. Per quanto riguarda la misurazione dell’accessibilità, abbiamo optato per la distanza tra l’origine e la destinazione più vicina. Queste scelte nascono, all’inizio, dalla nostra volontà di calcolare la distanza / ora a piedi dai punti di origine ai punti di destinazione. Inoltre, riteniamo che un individuo che desideri soddisfare il suo desiderio di svolgere un VLT tenderà a raggiungere la sede più vicina al suo luogo di residenza, soprattutto quando cammina 51)KPMG: Report of the 1999 Longitudinal Community Impact Study: Main Report. 2000, Victorian Casino and Gaming Authority, 184.. Tuttavia, l’accordo non è unanime sulla misurazione dell’accessibilità al servizio più vicino nelle aree urbane. Sembra essere più preciso nelle zone rurali, dove le distanze da percorrere sono notevoli e la disponibilità dei servizi è meno evidente 52)Guagliardo MF: Spatial accessibility of primary care: concepts, methods and challenges. Int J Health Geogr. 2004, 3 (1): 3-10.1186/1476-072X-3-3..

Metodo

Per rispondere alle nostre domande di ricerca, abbiamo affidato a tre fonti di dati separati. Abbiamo consultato il registro delle Régie des Alcools, dei corsi et des jeux per individuare gli stabilimenti che possiedono un permesso VLT. La Régie è responsabile dell’amministrazione della legge che rispetta la corsa (cfr. C-72.1), la legge che rispetta le lotterie, i concorsi pubblicitari e le macchine di divertimento (L-6) V della legge che rispetta la sicurezza nello sport (vedi S-3.1) e la sezione III della legge che rispetta la Société des Alcools du Québec (cfr. S-13). A Québec, per ottenere un permesso di gestire un sito VLT, il richiedente deve possedere innanzitutto un permesso per bar, pub o taverna. Il RACJ, un’agenzia governativa, concede il permesso di operare i siti VLT. I candidati devono possedere un permesso di bar, pub o taverna per ottenere una licenza di esercizio VLT. L’agenzia mantiene un registro di stabilimenti che possiedono un permesso di liquori e quelli che possiedono un permesso per creare un sito VLT. Questo registro ci ha permesso di individuare tutti i siti in possesso di un permesso di esercizio. Una licenza VLT copre il funzionamento di cinque o meno terminali. Il geo-referencing dei siti è stato influenzato da software Geocoding GeoPinpoint prodotto da DMTI Spatial Inc. I risultati del processo di geocodifica ci hanno permesso di individuare 1045 stabilimenti nell’area in esame (Figura 2 ). Abbiamo localizzato 842 stabilimenti tramite i loro indirizzi postali, 200 stabilimenti tramite codici postali a sei posizioni e tre tramite l’area di risalita avanzata o il nome del comune in cui sono elencati (Figura 2 ). Alcuni stabilimenti di questo registro possiedono diversi permessi di funzionamento VLT. Infatti, dei 1045 stabilimenti del registro, 247 possiedono più di due permessi. Alcuni degli stabilimenti possiedono 10 permessi, il che significa che essi, in teoria, possono operare quasi 50 VLT.


Ubicazione dei siti VLT . Distribuzione dei siti del video lottery terminal (VLT), 2005 (n = 1045).

Abbiamo anche invocato questo studio sui dati del Censimento canadese 2001 che copre le aree di diffusione, che sono le più piccole entità geografiche per le quali è possibile ottenere dati socioeconomici sulla popolazione. La regione in esame ha 4496 aree di diffusione con popolazioni che vanno da 400 a 700 abitanti.

Per misurare l’accessibilità spaziale dei siti che possiedono i permessi VLT, abbiamo optato per il metodo centrato sui servizi più vicini ai punti di partenza, che implica tenere conto di un punto di destinazione e di un punto di origine. In questo caso, i punti di origine sono punti centrali (centroid) dei poligoni che costituiscono le 4496 aree di diffusione nel territorio in studio. La scelta di questi punti come punto di origine deriva principalmente dalla disponibilità a questo livello di dati del censimento. In questo studio, i punti di origine non sono individui come tali ma gruppi di individui, cioè unità di vicinato. I punti di destinazione sono gli stabilimenti che possiedono un permesso VLT (1045). Alcuni studi sulla sanità pubblica sembrano indicare che la distanza di un servizio è un fattore significativo nell’uso pubblico del servizio, soprattutto nelle popolazioni socioeconomiche svantaggiate. Il grado di mobilità di tali popolazioni è di solito più limitato di quello di altri strati sociali 53)Cromley EK, McLafferty S: GIS and public health. 2002, New York , Guilford Press, xx, 340 p.- 54)Marshall D: The Gambling Environment and Gambler Behaviour: Evidence from Richmond-Tweed Australia. International Gambling Studies. 2005, 5 (1): 63-83. 10.1080/14459790500099471..

Per calcolare l’accessibilità degli stabilimenti, abbiamo preso in considerazione la distanza / ora di percorrenza tra ciascun punto di origine e ogni punto di destinazione, calcolato alla luce della rete stradale (Figura 3 ). La distanza / ora a piedi è stata basata su una velocità a piedi di 6 km / h. Nell’analisi non abbiamo utilizzato tutti i segmenti della rete stradale, né abbiamo considerato i segmenti sui quali i pedoni non possono camminare (autoroutes, scambi, percorsi escursionistici e così via). Per calcolare il tempo di percorrenza richiesto per raggiungere una struttura, abbiamo utilizzato ogni segmento della rete stradale nel processo. Abbiamo attribuito ad ogni segmento un nuovo valore che indica il tempo necessario per coprire il segmento ad una velocità di 6 km / h (equazione 1). La rete finale comprendeva 61 460 segmenti per un tempo di camminata media di 1,4 minuti per segmento. Successivamente abbiamo creato una matrice di origine / destinazione usando l’estensione Analyst di rete ArcGis 9.1. La matrice conteneva tutte le rotte tra ciascun punto di origine e ogni punto di destinazione, ovvero 4 698 320 percorsi. Calcolando questi percorsi in generale, è possibile estrarre da questa matrice il tempo di camminata richiesto tra i punti di origine ei punti di destinazione (Figura 3 ). Ogni misurazione della distanza rappresenta la camminata necessaria tra il centroide delle unità di vicinato (aree di diffusione) e la prima struttura che possiede un permesso VLT.

Metodo di calcolo dell’accessibilità . Per calcolare l’accessibilità dell’azienda, abbiamo preso in considerazione la distanza / ora di percorrenza tra il punto di origine e il punto di destinazione, calcolato alla luce della rete stradale.

Al fine di misurare l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT, abbiamo anche utilizzato in modo complementare un modello di gravità (equazione 2). A tal fine, abbiamo utilizzato le misure di distanza nella prima sezione e applicate loro un modello di gravità. Il numero di stabilimenti in un’unità di vicinato è calcolato secondo una zona di servizio reticolare a 6,5 ​​minuti dai centroidi dell’unità di vicinato:

Questo calcolo rappresenta un modello a doppia gravità, una per la popolazione (maschi tra i 19 ei 44 anni, il numeratore) e uno per i siti (il denominatore). L’accessibilità potenziale dell’area di diffusione (DA) rappresenta un rapporto di capacità. Questo modello utilizza una funzione graduale di attenuazione della distanza, basata sull’esito dell’analisi dell’accessibilità descritta in precedenza, ovvero le diverse classi di Figura 4 . Abbiamo quindi utilizzato i dati sulla distanza a piedi dalla prima struttura che possiede un VLT per impostare le diverse soglie. Non abbiamo considerato l’attenuazione per meno di 6,5 minuti di camminata. L’attenuazione della distanza è graduale tra 6,5 ​​minuti e 74,5 minuti. Questa funzione di decadimento si basa sui risultati della nostra analisi di rete condotta in precedenza. I 6,5 minuti sono i primi due quartili della distribuzione della misurazione dell’accessibilità (Figura 4 ).

Accessibilità dei siti VLT (tempo di percorrenza in minuti) . L’accessibilità a stabilimenti con un VLT consente ai livelli di diffusione, 2005.

La terza fase del nostro metodo consiste nella creazione di un indice di vulnerabilità del gioco, in particolare nei confronti dei VLT. A tal fine, abbiamo selezionato una serie di variabili dal censimento canadese 2001 a livello dell’area di diffusione. Le variabili selezionate possono assomigliare molto attentamente alle caratteristiche di un individuo che potrebbe giocare con un VTL o potrebbe sviluppare un problema di gioco. La ricerca più recente, in Quebec, si riferisce ai maschi tra i 19 ei 44 anni con 11-12 anni di istruzione, molti dei quali in possesso di un diploma di scuola superiore. Il reddito medio delle casalinghe è inferiore a $ 40 000 55)Chevalier S, Hamel D, Ladouceur R, Jacques C, Allard D, Sévigny S: Comportements de jeu et jeu pathologique selon le type de jeu au Québec en 2002. 2004, Québec , Institut national de santé publique du Québec 56)Chevalier S, Allard D: Jeu pathologique et joueurs problématiques : le jeu à Montréal. 2001, 124-Montréal : Régie régionale de la santé et des services sociaux de Montréal-Centre, Direction de la santé publique,. Per questo articolo, le seguenti variabili:

– la percentuale di uomini tra i 19 ei 44 anni;

– la proporzione di singoli individui;

– la percentuale di individui di 20 anni o più che non possiedono un diploma di scuola superiore (13 anni o meno di scolarizzazione);

– reddito medio delle famiglie.

Abbiamo considerato come settori nei quartieri a rischio con elevate proporzioni di uomini tra i 19 ei 44 anni, persone singole, individui che non possiedono un diploma di scuola superiore e reddito medio familiare per area di diffusione (figure 5 , 6 , 7 e 8 ) . Successivamente abbiamo standardizzato questi fattori di rischio e li abbiamo aggiunti per ottenere un indice i cui valori variano da -9,82 a 12,08. Il valore massimo è considerato un’unità di vicinato altamente vulnerabile (Tabella 2 , Figura 9 ). Facciamo anche due altri componenti con le stesse variabili: sociodemografica (età, sesso) e socioeconomico (educazione, reddito).

Proporzione di uomini tra i 19 ei 44 anni . Variabile dell’indice di vulnerabilità del gioco (proporzione di uomini tra i 19 ei 44 anni) a livello delle aree di diffusione, 2001.
Proporzioni singole persone . Variabile di indice di vulnerabilità del gioco (proporzione di singole persone) ai livelli di diffusione, 2001.
Proporzione individuale che non abbia un diploma di scuola superiore . Variabile di indice di vulnerabilità del gioco (proporzione di persone che non hanno un diploma di scuola superiore) a livello di aree di diffusione, 2001.
Reddito medio familiare . Variabile dell’indice di vulnerabilità del gioco (reddito medio familiare) ai livelli di diffusione, 2001.
Indice di vulnerabilità . Tutte le variabili sono standardizzate e aggiunte per ottenere un indice di vulnerabilità del gioco. Il valore massimo è considerato un’unità di vicinato altamente vulnerabile.

Tabella 2
Statistiche descrittive

 Numero di aree di diffusione (DA)Valore minimoMassimo valoreSignificareStd.Deviazione
Proporzione di uomini tra i 19 ei 44 anni (%) di DA44960.0069.6419.075.7
Proporzione di persone singole (%) da DA44963.28100.0041.3011.97
Proporzione di persone di 20 anni o più che non possiedono un diploma di scuola superiore (%) da DA44960.0089.4726.1514.20
Reddito medio familiare ($) nel DA44960.0099 450.0032 425.0214 772.56
Distanza di percorrenza (in minuti) nel DA44960.0174.538.968.52

In una recente ricerca Stucki e Rihs-Middel 57)Stucki S, Rihs-Middel M: Prevalence of Adult Problem and Pathological Gambling between 2000 and 2005: An Update . Journal of Gambling Studies. 2007, 23 (3): 245-257. 10.1007/s10899-006-9031-7. riportano alcuni problemi con i dati raccolti dalla prevalenza sul gioco d’azzardo: diversi orizzonti temporali, tra gli studi; mancanza di accessibilità degli studi; bias di selezione ed errori di campionamento. Per la nostra ricerca, il bias di campionamento è la più problematica perché alcuni gruppi particolari sono esclusi nello studio di prevalenza e questa realtà possono avere un’incidenza su un tipico giocatore giocatore d’azzardo. Notiamo che la qualità dei dati sottostante suscitato da studi di prevalenza 58)Chevalier S, Allard D: Jeu pathologique et joueurs problématiques : le jeu à Montréal. 2001, 124-Montréal : Régie régionale de la santé et des services sociaux de Montréal-Centre, Direction de la santé publique, 59)Stucki S, Rihs-Middel M: Prevalence of Adult Problem and Pathological Gambling between 2000 and 2005: An Update . Journal of Gambling Studies. 2007, 23 (3): 245-257. 10.1007/s10899-006-9031-7. possono contenere distorsioni tuttavia tali dati sono tuttavia ancora in circolazione.

Abbiamo condotto un’analisi spaziale al fine di individuare le zone in cui la popolazione è altamente vulnerabile e siti possesso di un permesso VLT sono altamente accessibile, mediante Indicatori locali di Spatial autocorrelazione (LISA) tecnica, utilizzando il software GEoDa 60)Anselin L: Local indicators of spatial association — LISA. Geographical Analysis. 1995, 27: 93-115. 61)Anselin L, Syabri I, Smirnov O: Visualizing multivariate spatial correlation with dynamically linked windows. Edited by: Laboratory REA. 2002, University of Illinois. Questa tecnica consiste nel rilevare un’associazione spaziale tra alcune variabili, per esempio, in questo caso, la vulnerabilità della popolazione e l’accessibilità ai siti possedere un permesso VLT. La tecnica LISA produce la seguente equazione (Equazione 3):

dove ( ZIK ) rappresenta il punteggio standardizzato della prima variabile in esame, cioè l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT, e ( ZIK ) rappresenta il punteggio standardizzato dell’indice di vulnerabilità a livello delle unità di vicinato. Questo è, infatti, un’associazione lineare tra due variabili ponderato da una matrice spaziale ( WZL ). La matrice di ponderazione spaziale rappresenta il “livello” della zona tra ogni unità spaziale in fase di studio.

Risultati

Accessibilità al VLT

Accessibilità agli stabilimenti in possesso di un permesso di VLT è molto maggiore nei distretti centrali e pericentrale di Montreal Island. Delle unità 4496 vicinato (aree di diffusione), 943 sono meno di tre minuti a piedi da un sito che possiedono un permesso VLT (Figura 4). A questo livello, l’accessibilità spaziale di siti che possiedono un permesso di VLT sembra essere in linea con i corridoi lungo le principali arterie commerciali della città (rue Sainte-Catherine, rue Ontario e boulevard Saint-Laurent). In alcuni distretti, come ad esempio l’accessibilità sembra essere diffuso in tutto il territorio. Per esempio, nel caso del Parc-Extension, 106 unità di vicinato su 110 sono a meno di tre minuti a piedi da un sito che possiede un permesso di VLT. La distanza media a piedi in questo quartiere è 2,2 minuti. I siti sono altamente accessibile in alcuni distretti, anche se tale accessibilità è concentrato molto di più spazialmente. Questo è vero per molti distretti alla periferia di Montréal, nel territorio di Ville de Laval, e sulla South Shore di Montreal.Accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT è molto limitata in alcuni distretti centrali, ad esempio in Westmount, oa causa di comunale by-leggi che vietano l’installazione di VLT in bar e pub. Non abbiamo trovato alcun sito in possesso di un permesso di VLT in questo territorio. In Westmount, VLT sono accessibili in meno di tre minuti a solo 12 unità di vicinato su 86. La stessa situazione prevale nella Ville Mont-Royal e Outremont. Accessibilità per i siti che possiedono un permesso di VLT è molto più limitato in quartieri periferici, alla fine, ad ovest e ad est di Montréal Island, a Laval e sul South Shore. Tuttavia, dobbiamo sollecitare cautela dato che la nostra misura di accessibilità è basato sulla distanza a piedi e in questi settori l’automobile è un mezzo di trasporto di valore.o perché di comunale by-leggi che vietano l’installazione di VLT in bar e pub. Non abbiamo trovato alcun sito in possesso di un permesso di VLT in questo territorio. In Westmount, VLT sono accessibili in meno di tre minuti a solo 12 unità di vicinato su 86. La stessa situazione prevale nella Ville Mont-Royal e Outremont. Accessibilità per i siti che possiedono un permesso di VLT è molto più limitato in quartieri periferici, alla fine, ad ovest e ad est di Montréal Island, a Laval e sul South Shore. Tuttavia, dobbiamo sollecitare cautela dato che la nostra misura di accessibilità è basato sulla distanza a piedi e in questi settori l’automobile è un mezzo di trasporto di valore.o perché di comunale by-leggi che vietano l’installazione di VLT in bar e pub. Non abbiamo trovato alcun sito in possesso di un permesso di VLT in questo territorio. In Westmount, VLT sono accessibili in meno di tre minuti a solo 12 unità di vicinato su 86. La stessa situazione prevale nella Ville Mont-Royal e Outremont. Accessibilità per i siti che possiedono un permesso di VLT è molto più limitato in quartieri periferici, alla fine, ad ovest e ad est di Montréal Island, a Laval e sul South Shore. Tuttavia, dobbiamo sollecitare cautela dato che la nostra misura di accessibilità è basato sulla distanza a piedi e in questi settori l’automobile è un mezzo di trasporto di valore.La stessa situazione prevale nella Ville Mont-Royal e Outremont. Accessibilità per i siti che possiedono un permesso di VLT è molto più limitato in quartieri periferici, alla fine, ad ovest e ad est di Montréal Island, a Laval e sul South Shore. Tuttavia, dobbiamo sollecitare cautela dato che la nostra misura di accessibilità è basato sulla distanza a piedi e in questi settori l’automobile è un mezzo di trasporto di valore.La stessa situazione prevale nella Ville Mont-Royal e Outremont. Accessibilità per i siti che possiedono un permesso di VLT è molto più limitato in quartieri periferici, alla fine, ad ovest e ad est di Montréal Island, a Laval e sul South Shore. Tuttavia, dobbiamo sollecitare cautela dato che la nostra misura di accessibilità è basato sulla distanza a piedi e in questi settori l’automobile è un mezzo di trasporto di valore.

Il modello gravitazionale conferma veramente l’aspetto concentrazione spaziale dei siti nella Montréal possesso di un permesso VLT. Inoltre, questo modello tiene conto della popolazione maschile tra i 19 ei 44 anni di età, una popolazione che è molto sensibile allo sviluppo di problemi di gioco, soprattutto problemi legati alla VLT (Figura 10 ).

Modello di gravità (rapporto tra il numero di siti VLT e maschi 19-44 anni di età) . Il modello gravitazionale conferma veramente l’aspetto concentrazione spaziale dei siti a Montreal con una VLT permessi.

indice di vulnerabilità e l’accessibilità ai siti in possesso di un permesso di VLT

La distribuzione spaziale delle vulnerabilità nelle unità vicinato sembra essere strettamente allineata a quella di accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT. Ancora una volta, la maggior parte delle unità di vicinato nei quartieri centrali o pericentrale (Ville-Marie, Mercier – Hochelaga-Maisonneuve, Rosemont – Petite-Patrie, Plateau Mont-Royal, Villeray – Saint-Michel – Parc-Extension) di visualizzazione ad alta o molto alti indici di vulnerabilità. Dal punto di vista visivo, sembra che vi sia una relazione tra l’accessibilità dei siti in possesso di un permesso di VLT e la vulnerabilità delle unità di vicinato. Per verificare se questo rapporto è significativo, abbiamo prima analizzato la correlazione tra le variabili dell’indice vulnerabilità e la misurazione accessibilità.correlazioni significative sono evidenti tra la misura accessibilità e la proporzione di individui che non possiedono un diploma di scuola superiore, la proporzione dei singoli individui, la percentuale di uomini tra i 19 ei 44 anni di età, e il reddito medio delle famiglie (Tabella3 ). Figura 11 rivela mediante analisi spaziale correlazione rapporto tra accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT e l’indice di vulnerabilità. Tabella 4mostra più specificamente i collegamenti (correlazione di Pearson e I di Moran) tra l’indice di vulnerabilità, sociodemografico e componenti socioeconomiche e l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso VLT, ei risultati del modello gravitazionale. I risultati del spaziale autocorrelazione tra accessibilità e l’indice di vulnerabilità svela mi di una Moran complessiva di -0.45, il che significa che una maggiore accessibilità in unità di vicinato aumenta la vulnerabilità della popolazione. Vediamo un più potente relazione tra l’indice di popolazione vulnerabile e l’accessibilità relativamente quando prendiamo ogni componente di questo indice cioè socio-demografiche e socio-economico. Ma, è importante notare la forte relazione tra i componenti socio-economiche e l’accessibilità.E ‘chiaro che nei quartieri centrali e pericentrale (Ville-Marie, Mercier – Hochelaga-Maisonneuve, Rosemont – Petite-Patrie, Plateau Mont-Royal, Villeray – Saint-Michel – Parc-Extension) elevata accessibilità e la vulnerabilità significativa sono simultaneamente evidenti in un certo numero di unità di vicinato. Inoltre, Figura11 rivela che diverse unità alla periferia di Montréal (Laval, Sud Sore, e West Island di Montréal) display ad alta accessibilità e la vulnerabilità significativa. Queste unità sono di solito periferia di prima generazione, ex nuclei delle città o strisce commerciali con un alto numero di siti che possiedono permessi VLT. Tuttavia, poiché il modello gravitazionale spettacoli (Figura 10 ), l’accessibilità ai siti che possiedono permessi VLT è altamente concentrato spazialmente. L’uso nelle nostre analisi di unità di vicinato con aree relativamente piccole ci ha permesso di mettere in evidenza la dimensione rettilinea della distribuzione spaziale dei siti che possiedono permessi VLT, un approccio che viene enfatizzato sempre più nella ricerca dedicata all’analisi della povertà e l’accessibilità ai servizi a il livello di aree urbanizzate 62)Kearns A, Gibb K, Mackay D: Area Deprivation in Scotland : A New Assessment. Urban Studies. 2000, 37 (9): 1535-1559. 10.1080/00420980020080251. 63)Harris RJ, Longley PA: Creating Small Area Measures of Urban Deprivation. Environment and Planning A. 2002, 34: 1073-1093. 10.1068/a34120..

Cluster LISA (indice di vulnerabilità e accessibilità) . Il rapporto tra accessibilità ai siti che possiedono un VLT permessi e l’indice di vulnerabilità è indicata da un’analisi autocorrelazione spaziale.

Tabella 3
matrice di correlazione tra i componenti dell’indice vulnerabilità e la misurazione accessibilità

 2345 
1
1. pochi passi (in minuti)1-0,360 **-0,208 **-0,378 **-.307 **
componenti socio-economiche
2. Percentuale delle singole persone-0,360 **10,528 **0.294 **0.002
3. Percentuale di uomini tra i 19 ei 44 anni di età-0,208 **0,528 **10.230 **-0,052 **
componenti sociodemografiche
4. Il reddito medio delle famiglie-0,378 **0.294 **0.230 **1-0,467 **
5. percentuale di individui di 20 anni di età o oltre che non possiedono un diploma di scuola-0,307 **0.002-0,052 **0,467 **1

** La correlazione è significativa al livello 0.01 (2-code).

Tabella 4
matrice di correlazione e coefficienti complessivi Moran tra i componenti dell’indice vulnerabilità e la misurazione accessibilità (distanza / tempo e modello gravitazionale)

 correlazione di Pearson    I di Moran *    
1234512345
1. modello gravitazionale1-0,329 **0,417 **0,504 **0.088 **1-0.3070.3720.4430.086
2. Accessibilità ai siti (minuti)-0,329 **1-0,476 **-0,325 **-0,400 **-0.3071-.449-0.308-0.371
3. indice di vulnerabilità delle popolazioni0,417 **-0,476 **10.680 **0,743 **0.372-.44910.4680.475
4. componenti socio-demografici0,504 **-0,325 **0.680 **10.159 **0.443-0.3080.46810.142
5. componenti socio-economiche0.088 **-0,400 **0,743 **0.159 **10.086-0.3710.4750.1421

** La correlazione è significativa al livello 0.01 (2-code).

* Matrice di correlazione utilizzato: torre contiguità (4 modo collegato) per i quali l’ordine contiguità è 1.

Discussione

L’industria del gioco d’azzardo è, negli ultimi decenni, grazie a fattori politici, sociali e tecnologici, diventare una forma redditizia di consumo di massa e di intrattenimento. Questa tendenza ha creato quello Reith 64)Reith G: The age of chance : gambling in western culture. 1999, London , Routledge, 207- definisce una tipologia di gioco, definita in base alle diverse categorie. L’industria di gioco può essere definito lo stile del gioco d’azzardo, vale a dire i giochi d’azzardo o giochi di abilità; la velocità di gioco, cioè il periodo di tempo che intercorre tra l’immissione di una scommessa ed il guadagno o perdita; giocatore relazione al gioco d’azzardo; organizzazione spaziale e l’integrazione sociale; e il profilo di giocatori. Due tendenze sono state osservate nella organizzazione spaziale del gioco d’azzardo: l’iperconcentrazione di siti di gioco d’azzardo nei casinò e ippodromi, e hyperdecentralization attraverso lotterie e il gioco d’azzardo Web-based. Reith 65)Reith G: The age of chance : gambling in western culture. 1999, London , Routledge, 207- sostiene che l’organizzazione spaziale del gioco d’azzardo può influenzare il rapporto giocatore al gioco d’azzardo. Siti che sono spazialmente dispersi sono facilmente accessibili su base giornaliera e sono parte integrante del contesto locale di alcuni quartieri. Questo, in sostanza, è ciò che il nostro studio dimostra nei confronti di siti che possiedono un VLT. Un certo numero di unità di vicinato nel territorio di Montréal Island e nei suoi immediati dintorni sono meno di tre minuti a piedi da un tale sito. Questa accessibilità è tanto più importante in unità di vicinato in cui il profilo della popolazione da vicino assomiglia a quella di persone che potrebbero sviluppare un problema di gioco.Alcune ricerche hanno rivelato i legami tra lo sviluppo di problemi di gioco e il profilo socio-economico degli individui e delle relazioni anche con la vicinanza geografica dei siti di gioco d’azzardo 66)Welte JW, Wieczorek WF, Barnes GM, Tidwell MC, Hoffman JH: The relationship of ecological and geographic factors to gambling behavior and pathology. Journal of gambling studies / co-sponsored by the National Council on Problem Gambling and Institute for the Study of Gambling and Commercial Gaming. 2004, 20 (4): 405-423. 67)Wilson DH, J. G, N.A. R, J. D, V. GR: Video lottery terminal access and gambling among high school students in Montréal. Canadian Journal of Public Health. 2006, 97 (3): 202-206.. Una ricerca simile dovrebbe essere condotta in materia di Montréal che collega i dati individuali a quelle riguardanti gli ambienti locali per accertare se la vicinanza degli stabilimenti che possiedono permessi VLT può contribuire alla probabilità di sviluppare un problema di gioco. Tuttavia, dobbiamo anche sviluppare le misure di accessibilità che ci permettono di riflettere la realtà il più fedelmente possibile. In questo studio, abbiamo usato solo la distanza a piedi da questi servizi. Un’analisi più approfondita deve essere effettuata che tenga conto modalità individuali di reti di trasporto e di trasporto pubblico. In questi casi, gli studi origine-destinazione potrebbe rivelarsi molto utile. L’analisi deve essere effettuata anche in un territorio più vasto al fine di valutare l’accessibilità nelle aree rurali e meno urbanizzate.

Il VLT sono installati in cui la domanda è già alta per capitalizzare su richiesta. Inoltre, è importante ricordare che il fatto che un individuo potrebbe sviluppare un problema di gioco o semplicemente che lui / lei può giocare non è solo legato alla accessibilità del sito in possesso di un permesso di VLT. I problemi legati al gioco e lo sviluppo della patologia associata con questo tipo di comportamento può essere spiegato in vari modi. L’accessibilità geografica è un fattore tra molti altri. In una recente ricerca Maccallum et al. 68)Maccallum F, Blaszczynski A, Ladouceur R, Nower L: Functional and dysfunctional impulsivity in pathological gambling. Personality and Individual Differences. 2007, 43: 1829–1838-10.1016/j.paid.2007.06.002. ha concluso che: “Il gioco è un comportamento complesso che coinvolge una serie di punti di decisione critici che alla fine determinano l’apertura, la lunghezza, la durata e l’intensità di singole sessioni.” Una varietà di fattori possono influenzare il giocatore; per esempio per giocatore gioventù possiamo includere i fattori socio-demografici (età, sesso, razza, struttura della famiglia, gli indicatori socio-economici, e le caratteristiche di quartiere), i fattori di socializzazione (coetanei, genitori) e fattori individuali (impulsività, ostilità, sintomi depressivi , l’umore, e il rendimento scolastico) 69)Barnes GM, Welte JW, Hoffman JH, Dintcheff BA: Gambling and alcohol use among youth: Influences of demographic, socialization, and individual factors. Addictive Behaviors. 1999, 24 (6): 749-767. 10.1016/S0306-4603(99)00048-9..

Conclusione

Questi risultati rivelano che l’accessibilità ai siti che possiedono un permesso di VLT è spesso legata alla vulnerabilità (componenti socio-economiche e demografiche) delle comunità. Reliance nelle nostre analisi sulla unità di vicinato con abbastanza piccole aree ci ha permesso di sottolineare la dimensione rettilinea della distribuzione spaziale dei siti che possiedono permessi VLT. Si tratta di un collegamento significativo che i funzionari della sanità pubblica devono prendere in considerazione in sede di elaborazione dei programmi per combattere il gioco d’azzardo patologico.

Le autorità stanno sostenendo diverse alternative per rimediare l’accessibilità spaziale di siti che possiedono un permesso di VLT. Loto-Québec, una società di governo, chiede un piano per revocare i permessi concessi ad alcune permesso titolari nelle aree svantaggiate socioeconomico. Un’altra alternativa sarebbe quella di stabilire siti di intrattenimento che includono diversi VLT. Tali misure mirano essenzialmente a ridurre l’accessibilità al gioco per le popolazioni più vulnerabili al gioco. Tuttavia, l’alternativa di case da gioco è anche un approccio che i rami di salute pubblica in tutto il Québec non sembrano privilegiare in quanto sostengono che l’accessibilità ai siti di gioco d’azzardo da parte del pubblico non sarà ridotto con l’istituzione di case da gioco dal momento che la maggior parte delle strutture sono situate in ambienti in cui le popolazioni sono vulnerabili 70)Houle V, Paradis I: Avis de santé publique sur l’implantation des salons de jeux au Québec. 2007, Les Directeurs régionaux de santé publique, 24.. Infine, per una ulteriore ricerca che vogliamo anche cercato di sviluppare un indice più accurato per rilevanti della popolazione vulnerabile.

Ringraziamenti

Gli autori di questo articolo ringraziare il Lea Roback Centro di Ricerca sulle disuguaglianze sociali di salute di Montreal e Canadian Institutes of Health Research per i loro sostegni finanziari. Ringraziano anche Philippe Apparicio, Nathalie Pinsonnault e Rana Charrafeddine per i loro consigli giudiziosi.

Note   [ + ]